Ubicazione: Schio (VI)
Progettazione: 2004 - Realizzazione: 2005

Il programma prevede la costruzione di un alloggio in sopraelevazione ad un edificio esistente. Ciò è stato realizzato previa demolizione della copertura esistente. Si è previsto un piano copertura agibile nel quale verranno ricavati alcuni ambienti secondari all’abitazione (studiolo, terrazza-solarium). Il piano interrato e il piano terra rimangono pressoché invariati rispetto allo stato di fatto. La foronometria esistente non è considerata vincolante per i piani superiori: si crea così una composizione prospettica geometricamente libera, ma in qualche modo concatenata, al fine di realizzare un volume architettonico tendenzialmente “puro”. Sotto il profilo urbanistico il corpo architettonico definisce un rapporto di autonomia nei confronti del contesto edilizio circostante. Gli ambienti interni definiscono delle relazioni visive con il paesaggio circostante, da cogliersi massimamente all’ultimo piano, dove si apre una terrazza dalla quale osservare la catena di monti circostanti. Internamente, la doppia altezza del soggiorno crea un gioco di spazi ortogonali tra loro, messi in evidenza dalla particolare tessitura dei solai in travetti di legno, posati alla “Sansovino”.