Ubicazione: Schio (VI)
Progettazione: 2010

Il sito collinare sul quale s'inserisce il progetto si affaccia sulla zona residenziale del Maso e sulla città di Schio. Il lotto, di forma allungata da est a ovest, presenta un declivio verso sud-est; attraverso alcuni terrazzamenti si è superato il dislivello di 5 metri, riportando in piano l'area di pertinenza della villa. Questa si compone di tre alloggi indipendenti a piano terra, con giardino e collegamento interno al piano interrato. Le zone giorno sono tutte rivolte a Sud. I tre alloggi si differenziano attraverso l'arretramento di parti della facciata. Al piano primo si sviluppa un grande attico, con ingresso indipendente e ascensore. La disposizione a “T” permette di realizzate due grandi terrazzi, uno verso est e uno verso ovest. Lo schema distributivo richiama villa Barbaro a Maser del Palladio. Vi è un assedomestico”, longitudinale, lungo il quale si sviluppa il percorso secondario che conduce alle zone notte, e un asse “di rappresentanza”, ortogonale al precedente, dove sono allineati gli ambienti ufficiali di pranzo e soggiorno, i quali si concludono in altre due ampie terrazze, una rivolta verso Sud e l'altra verso Nord. I volumi principali dell'attico, che formano la “T”, aggettano rispetto al piano terra, creando zone coperte sottostanti.