Ubicazione: Schio (VI)

GIANO - Progettazione: 2005

Nonostante la forma molto particolare del lotto, allungato e scosceso, il progetto si adatta al sito mettendone in luce le peculiarità, risolvendo in una antitesi formale i due prospetti principali di cui si compone (Giano bifronte). Verso Nord un imponente muro di calcestruzzo si relaziona con alcune aree esterne controterra; lungo il lato Sud, la villa si apre in una composizione di volumi alternati rivestiti di pannelli di legno resinato, che sembrano appesi al muro retrostante. Una grande piastra a sbalzo di calcestruzzo chiude in sommità la composizione.

NIGHTMARE - Progettazione: 2004

La prima soluzione prevedeva,oltre alla progettazione di un nuovo edificio, la ristrutturazione e il riuso del vecchio edificio esistente, collocato sul margine est del lotto. Ciò dava origine ad una libera composizione planimetrica, rappresentata da una serie di terrazzamenti descritti da muri di sostegno curvilinei, molto morbidi, sui quali si stagliano tre parallelepipedi aggettanti. Questi volumi “puri” rappresentano dei caleidoscopi orientati sul paesaggio. Sono come oggetti affioranti da un fondale di sub-coscenza, immagini notturne che galleggiano nel mare del sonno.