Ubicazione: Contrada Munari, Schio (VI)
Progettazione: 2008 - Realizzazione: 2009

Sotto l’aspetto ambientale, il progetto si inserisce in un contesto rurale di contrada, dove trovano luogo significativi edifici tipici della civiltà popolare veneta.

Stando alle testimonianze reperibili in loco, il fabbricato principale che collega due edifici più alti era in origine una “tesa”, ossia un annesso rustico adibito a fienile o legnaia. Esso presentava un sottoportico al piano terra, un solaio ligneo intermedio e un volume aperto sul fronte sud, con aperture minori sul retro; i muri in pietra sorreggevano e sorreggono l’ orditura lignea del tetto con manto di copertura in coppi. Successivamente l’annesso rustico è stato chiuso sul fronte con una parete in pannelli di legno intonacati e fu realizzata una scala esterna di accesso al piano superiore, trasformato in abitazione.

Obiettivo di progetto è quello di restituire all'edificio l’immagine originaria, ossia del fienile. Il prospetto frontale orientato a sud gode peraltro della vista sulle colline e della scarsa luce della contrada, abbastanza “infossata” tra le colline scledensi: la realizzazione di una vetrata continua in luogo delle due finestrelle attuali migliora notevolmente la qualità di vita del fruitore della residenza.